martedì 23 luglio 2013

VACANZE: ECCO I ROMANZI NOIR CHE VI METTERANNO I BRIVIDI SOTTO L'OMBRELLONE

Non c'è vacanza che si rispetti, senza un libro sotto l'ombrellone, ancor meglio se la lettura scelta per farci compagnia, mentre ci crogioliamo pigramente al sole, appartiene ad uno dei generi che ruotano attorno al mondo del thriller, del giallo, del poliziesco o del noir.
Le proposte editoriali, in questo campo, sono veramente molteplici e variegate, tali da mettere in crisi anche il lettore più appassionato, all'atto di affrontare la scelta dei volumi da mettere in valigia.

Ecco allora qualche indicazione utile, quantomeno per provocare qualche brivido nelle calde giornate estive, con cinque romanzi noir, scelti tra quelli di ultima uscita, nei quali non mancano di sicuro omicidi, indagini, investigatori e trame mozzafiato.
Un mix perfetto per farci dimenticare la monotonia della vita quotidiana, grazie alla “comoda” lettura di storie senz'altro avvincenti e per nulla scontate.

Iniziamo da Donato Carrisi, uno degli scrittori italiani del genere, apprezzato anche all'estero.
Nato a Martina Franca 38 anni fa, laureato in giurisprudenza e specializzatosi in criminologia, ha vinto il Premio Bancarella nel 2009, con “Il Suggeritore”
Da non perdere, quest'ultima opera, intitolata “L'ipotesi del male” (Longanesi): ritorna la poliziotta Mila Vasquez, già protagonista de “Il Suggeritore”, alle prese con un'indagine ad altissima tensione e traboccante di suspense.

Per chi ama, invece, le atmosfere a tinte forti di una Madrid piena di mistero, consiglio la lettura di “Black, black, black” (Nutrimenti), un sorprendente romanzo giallo, in tre atti, della scrittrice spagnola Marta Sanz.
All'interno di un vecchio condominio della capitale iberica, si muove il detective Arturo Zarco, quarantenne omosessuale con un matrimonio alle spalle e una grande passione per la letteratura noir; una trama ipnotica, capace anche di sorprendere.

Ed eccoci ad Elmore Leonard, vero e proprio maestro della trama raccontata attraverso il dialogo tra i personaggi, noto soprattutto per la versione cinematografica di due dei suoi più noti romanzi, come Jackie Brown, portato sul grande schermo Quentin Tarantino e Out of Sight, da Steven Sodeberg.
Questa volta lo scrittore americano vuole stupirci con il suo ultimo “Raylan” (Einaudi): si tratta di un western-noir, nel quale Leonard rispolvera uno dei personaggi più amati dai suoi fans, l'U.S. Marshall Raylan Givens.

Il quarto “giallo”, che non può mancare nella nostra valigia per le vacanze, si intitola “Ricatto” (Einaudi), uscito dalla penna di un altro degli indiscussi scrittori statunitensi di polizieschi, ovvero James Ellroy.
In “Ricatto”, Ellroy torna a scoperchiare uno dei lati più oscuri della sua amata Los Angeles, attraverso le vicissitudini di Freddy Otash, investigatore privato ed ex poliziotto dal passato tutt'altro che limpido, moderno ricattatore senza scrupoli del jet set di Hollywood.

Infine, direttamente dalla patria di Maigret, mi permetto di segnalare la lettura di “La verità sul caso Harry Quebert”, di Jöel Dicker (Bompiani).
Vero e proprio caso editoriale dell'anno, il romanzo del 28enne autore elvetico, ha infatti saputo conquistare, in poco tempo, milioni di lettori in ben 25 Paesi.
E' la storia di uno scrittore in crisi, che per trovare l'ispirazione perduta trova rifugio presso il suo mentore, il professor Harry Quebert; l'isolamento, però, si rompe quando quest'ultimo viene accusato di omicidio, coinvolgendo il protagonista in un'avvincente indagine per dimostrare l'innocenza dell'amico.