domenica 14 luglio 2013

Mobilità sostenibile: si chiama Stella la prima green car famigliare del futuro

Di forma affusolata, quasi si trattasse di un autobus schiacciato e cosparso di pannelli solari sul tettuccio, così si presenta "Stella", una vera e propria green car famigliare del futuro, capace di trasportare fino a 4 persone.

Si tratta di un veicolo ad impatto zero, al 100% ecologico, tanto da non richiedere nessuna emissione di Co2 per la sua ricarica, capace di percorrere ben 600 chilometri in autonomia.

Stella ha preso vita grazie all'idea di 22 studenti olandesi del Solar Team della Eindhoven University of Technology, che hanno voluto dimostrare la fattibilità della realizzazione di una berlina, a vero impatto pari a zero, che fosse capace di garantire la produzione di energia elettrica da immettere nella rete, anche quando il veicolo è parcheggiato.

Stella è stata pensata, innanzitutto, a partire dall'aerodinamica (bassa, con la cosa allungata, proprio come un bus), oltre che per la scelta di materiali ultraleggeri, come ad esempio il cartone usato per la realizzazione di alcuni pannelli esterni, garantendo al contempo spazio a sufficienza per quattro persone ed anche un piccolo bagagliaio.

Grande vantaggio, quello rappresentato dall'autonomia delle sue batterie (600 chilometri), che consentirebbe di partire, ad esempio, da Roma con la propria famiglia, per arrivare a Venezia grazie all'utilizzo dei raggi solari, spinti soltanto dall'inerzia della natura, piuttosto che dal business internazionale del petrolio.


Stella farà il suo debutto al World Solar Challenge, la maratona riservata alle auto elettriche ad energia solare, che si percorre ogni due anni attraverso i 3.000 chilometri del deserto australiano, da Darwin ad Adelaide.

Il nuovo prototipo olandese parteciperà nella categoria Cruiser Class, nella quale i concorrenti non vengono giudicati in base alla velocità, bensì attraverso criteri che valutano l'usabilità, l'efficienza ed il comfort.

Relativamente alla strumentazione di bordo, gli interni di Stella prevedono l'essenziale: un elemento multifunzione, che fa da display e da touchscreen, in modo da eliminare tutti gli altri comandi tradizionali.


A bordo di Stella è stato previsto, infine, un sistema di guida con sterzo intuitivo, che serve ad indicare al conducente se la sua guida, più o meno sportiva, sia quella in quel momento ottimale per ottenere il miglior rendimento energetico della vettura.