martedì 9 luglio 2013

LAVORO | OFFERTE: FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE GIOVANILI DEL VENETO

La Regione Veneto ha deciso di investir nell'impresa e nell'imprenditorialità, ciò al fine di preservare, soprattutto in questi momenti critici, la qualità e dinamicità del proprio sistema produttivo.
In particolare, la Regione Veneto ha ritenuto di dover intervenire nel settore dell'imprenditoria giovanile, al fine di offrire un aiuto concreto per avviare la realizzazione di un'attività imprenditoriale.

La voglia di “fare impresa”, di poter esprimere la propria creatività, le proprie conoscenze e le proprie idee, di investire su se stessi e sui propri collaboratori, potrà diventare una certezza, sulla quale i giovani dovranno contare per mettersi in gioco e diventare imprenditori.
Questo rappresenta non solo un percorso alternativo al lavoro dipendente, o un'opportunità per coloro che risultano oggi esclusi dal mercato del lavoro, bensì un vero e proprio modello educativo indirizzato all'impegno, alla determinazione ed alla competenza, quali valori sociali condivisi, in un percorso di crescita personale.

In questi termini, l'importo messo a disposizione per la concessione delle agevolazioni pubbliche, ammonta 7.500.000 euro.
L'auspicio della Regione Veneto è che, con questo tipo di supporto economico e formativo, molti giovani ragazzi e ragazze possano iniziare una carriera ricca di successi.

Ecco chi ne può beneficiare:
  • Le imprese individuali i cui titolari siano persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti;
  • le società e le cooperative i cui soci siano per almeno il 60% persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti, ovvero il cui capitale sociale sia detenuto, per almeno i due terzi, sempre da persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti.

I settori di attività ammessi sono:
  • l'agroalimentare e agroindustriale;
  • manifatturiero;
  • settore artigiano;
  • turistico;
  • del commercio e dei servizi;
  • altre attività, indicate ai relativi codici del regolamento.

Le agevolazioni consistono in:
  • un contributo in conto capitale a fondo perduto, pari al 15% del costo del progetto;
  • un finanziamento bancario, ovvero leasing a tasso agevolato per il rimanente 85% del costo del progetto, attuato con il sistema del fondo di rotazione;
  • l'investimento proposto dovrà essere compreso tra i 20.000 e i 100.000 euro.

Le domande dovranno essere presentate presso http://www.venetosviluppo.it/portal/portal/vs/Home.
Per maggiori informazioni, è possibile visitare il seguente sito: http://www.regione.veneto.it/static/www/programmi-comunitari/brochureIG.pdf.
Il sistema a rotazione consentirà che le domande possano essere accolte in via continuativa, e successivamente ammesse in ordine cronologico di ricevimento.